Salone Internazionale del Mobile 2015

Un allestimento ispirato all’America degli anni ’30 con uno stile eclettico reso dall’impiego di cammei, statue e materiali raffinati. E un omaggio speciale: quello allo scultore Boris Lovet-Lorski: è stata questa la ricetta di  Hebanon-Fratelli Basile Interiors al Salone del Mobile di Milano 2015.

Lo stand, curato dalla stilista Rita Mazzeo e dall’architetto Maria Basile, è si è concentrato sull’allestimento di un’abitazione, con un arredamento rivestito da materiali capaci di richiamare l’epoca degli anni ’30, quali la pergamena, gli ottoni e l’ebano, e raffinati tessuti in seta e velluti naturali.

Tra le particolarità, come accennato, l’omaggio a Boris Lovet-Lorski:

“Questa scelta – spiega Giovanna Basile, responsabile esportazioni dell’Azienda – è stata dettata dalle nostre origini: quelle ellenico-partenopee. Pertanto abbiamo deciso di riprendere lo stile di Lorski espresso nelle sue statue raffiguranti giovani polinesiane in un gusto puramente classico ellenistico”.

Da non dimenticare, infine, una collaborazione importante: quella con la pluricentenaria Fornaci De Martino di Ogliara che ha prodotto il pavimento, realizzato in terracotta colorato in pasta di pura ispirazione pompeiana, con un grafismo geometrico bianco e nero tipico dei pavimenti Art déco.

Rassegna Stampa

AD

Napolitoday 

Fashion Italy 

Il Sud online 

Napolitan.it 

Informazione.it